Piccole anticipazioni per il 2013

Casual, Fashion, Vintage
25 June 2012 | 203
Share this post

Milano Moda Uomo ha portato in passerella, sabato e domenica scorsi, le tendenze per la primavera-estate 2013. Tutto ha avuto inizio con la passerella di Corneliani sabato 23 giugno. Dalla Triennale il fashion system si è spostato in via Beltrami per la collezione primavera estate 2013 di Jil Sanders seguita dall’eleganza senza tempo made in Ermenegildo Zegna. Costume National dedica la sua collezione alla giungla metropolitana. Un po’ safari, un po’ post punk insomma uno stile dalla doppia anima che Ennio Capasa definisce ”new wave safari”. Subito dopo la brevissima pausa ecco che a risollevare gli spiriti degli addetti ai lavori, messi alla prova dal grande caldo, ci hanno pensato Dolce & Gabbana, Frenkie Morello e Burberry, sfilata a cui hanno partecipato diverse star italiane e internazionali: Michelle Dockery, Giorgia Surina, Nicolas Vaporidis, Eros Galbiati, Rob Pryor per citarne alcuni. Siviglia, fuori calendario, porta in passerella una primavera estate 2013 che trae ispirazione dallo sport attivo, rimanda all’aplomb di alcune discipline, accenna all’eleganza delle divise militari. Il guardaroba estivo di Carlo Pignatelli è dedicato a un gentleman contemporaneo in perfetto british style. Giacca sartoriale, redingote oppure il più classico tight, l’importante che sia ricca di dettagli preziosi e decorazioni.
Domenica 24 giugno scendono in passerella gli uomini tutto muscoli di Dirk Bikkembergs. Per la primavera estate 2013 la maison propone uno sportswear di classe che gioca suoi colori in tonalità pastello e tessuti tecnici. La gioia di vivere respirata sulla passerella di Salvatore Ferragamo rimane inalterata anche da Roccobarocco. Le petit déjeuner è il tema della collezione primavera estate 2013 di Vivienne Westwood. Come sempre la designer inglese stupisce con camicie larghe, giacche-vestaglia, pantaloncini sfrangiati fino a un abito in maglia per non passare inosservati. Calvin Klein pensa agli uomini veri e porta in scena una passerella dove è il denim a fare da protagonista, declinato su cinque tasche, camicie abbottonate fino al collo e giacche sportive.



Inserisci un tuo commento